Vai al contenuto principale
Coronavirus: aggiornamenti per la comunità universitaria / Coronavirus: updates for UniTo Community
Oggetto:
Oggetto:

Geografia del paesaggio e dell'ambiente

Oggetto:

Geography of landscape and environment

Oggetto:

Anno accademico 2013/2014

Codice dell'attività didattica
LS128
Docente
Maria Luisa Sturani (Titolare del corso)
Anno
1° anno
Periodo didattico
Secondo semestre
Tipologia
Caratterizzante
Crediti/Valenza
9
SSD dell'attività didattica
M-GGR/01 - geografia
Modalità di erogazione
Tradizionale
Lingua di insegnamento
Italiano
Modalità di frequenza
Facoltativa
Tipologia d'esame
Orale
Oggetto:

Sommario insegnamento

Oggetto:

Obiettivi formativi

Il corso è finalizzato alla familiarizzazione con gli strumenti concettuali e metodologici della ricerca geografica, e in specie geostorica, sul paesaggio, sia in una prospettiva analitica sia in prospettiva applicativa, ai fini della tutela e valorizzazione turistico-culturale del paesaggio.

Si prevede altresì lo sviluppo di capacità di lettura del paesaggio attraverso la cartografia attuale e storica e il lavoro sul terreno

Oggetto:

Risultati dell'apprendimento attesi

I risultati dell’apprendimento attesi per il corso di Geografia del paesaggio e dell’ambiente sono i seguenti:

  • Acquisizione di conoscenze sui fondamenti teorico-metodologici della tradizione di studi geografici sul paesaggio, con particolare riferimento all’approccio geostorico.
  • Capacità di applicare criticamente gli strumenti metodologici e concettuali della geografia del paesaggio all’interpretazione di specifici casi di studio, anche in vista di un’applicazione alla tutela e valorizzazione del paesaggio.
  • Capacità di interpretazione delle principali fonti della ricerca geografica sul paesaggio, con particolare riferimento a immagini, cartografia, sia storica sia contemporanea, e al lavoro sul terreno.

 

Il conseguimento di tali risultati sarà valutato in diverse forme. L'esame si svolge in forma orale e prevede una prova pratica di lettura del paesaggio sulla carta topografica. Per gli studenti che frequentano regolarmente è prevista la possibilità di sostenere l'esame attraverso un esonero (verifica scritta sui temi trattati a lezione e prova pratica di lettura del paesaggio sulla carta topografica), la cui valutazione si aggiungerà a quella del lavoro di gruppo svolto in preparazione dell'escursione sul paesaggio urbano torinese.

 

Oggetto:

Contenuti

Il corso è dedicato al paesaggio come oggetto di ricerca e come patrimonio da tutelare e valorizzare.

Tale tema sarà esplorato attraverso i concetti e i metodi offerti dalla tradizione di studi geografici, con particolare attenzione per gli approcci della Geografia storica.

Più specificamente saranno affrontati i seguenti temi: l'affermazione dell'idea di paesaggio nella cultura europea; l'introduzione ed evoluzione del concetto di paesaggio nella geografia europea e italiana; la concezione geostorica di paesaggio come sistema territoriale dinamico; la lettura del paesaggio attraverso la cartografia attuale e storica; paesaggi rurali e urbani: casi di studio di ambito europeo; i paesaggi italiani: dinamiche trasformative recenti e scenari di mutamento; i problemi e gli strumenti della tutela e valorizzazione turistica del paesaggio.

Per gli studenti che frequentano regolarmente sono previste attività pratiche di lettura del paesaggio sulle carte topografiche, sulla cartografia storica e sul terreno, con visita ad archivi storici, finalizzate all'organizzazione e sperimentazione di un'escursione sul paesaggio urbano torinese

Testi consigliati e bibliografia

Oggetto:

  1. B. VECCHIO, Il paesaggio nella geografia italiana del dopoguerra, in V. Guarrasi (a cura di), Paesaggi virtuali, Palermo, Università, Dipartimento di Beni culturali, Laboratorio geografico, 2002, pp. 9-25

  2. L. GAMBI, Critica ai concetti geografici di paesaggio umano, in ID., Una geografia per la storia, Torino, Einaudi, 1973, pp. 148-174

  3. P. SERENO, Territorio, storia e cultura materiale. Il contributo della geografia ad una politica dei beni culturali, Torino, Tirrenia Stampatori, 1978 (dispense del corso di Geografia a.a. 1977/78): solo cap. III, Paesaggi agrari: i modelli, pp. 41-85

  4. P. SERENO, Temi di geografia storica. I field systems, Torino, Giappichelli, 1983 (dispense del corso di Geografia a.a. 1982/83): solo cap. I, pp.1-37

  5. B. VECCHIO, Sugli studi di morfologia urbana e la città contemporanea, in “Storia Urbana”, 93 (2000), pp. 77-89

  6. P. PRESSENDA, M.L. STURANI, Ecomusei e paesaggio: una nuova opportunità per la tutela e la valorizzazione nel contesto italiano?, in "Rivista Geografica Italiana", 113 (2006), n. 1, pp. 73-97

  7. A.LANZANI, I paesaggi italiani, Roma, 2003: solo pp. 12-25 e 206-255

Per gli studenti che non frequentano ai testi citati ai numeri 1,2,4,6,7 del precedente elenco si aggiungano: 

  • L. ROMBAI, Geografia storica dell'Italia. Ambienti, territori, paesaggi, Firenze, La Nuova Italia, 2002 solo parti I e IV

  • U. SAURO et al., Dalla carta topografica al paesaggio. Atlante ragionato, s.l., ZETA BETA editrice - IGM, 2005 (da usare come introduzione e serie di esempi per la preparazione della prova pratica di lettura del paesaggio sulle carte topografiche)

 



Oggetto:
Ultimo aggiornamento: 30/07/2014 16:01
Non cliccare qui!